-A +A

Si può educare a distanza? La nostra esperienza di continuità. A cura di Ines Rosano, pedagogista clinico e coordinatrice pedagogica del nido d’infanzia bilingue “UnoDueTre… stella” di Cerreto Guidi (FI).

Nel mondo della scuola si parla di “Didattica a distanza”. Per noi educatrici del nido, si può parlare di “Educazione a distanza”? In questo lungo periodo ci siamo interrogate sul significato del nostro lavoro, partendo da una riflessione relativa all’etimologia della parola “educare”, dal latino ex ducere, trarre fuori, che è chiaramente diversa da “istruire”, dal latino in-struere, inserire. Nel primo caso il suffisso “ex”, riporta all’idea di qualcosa che si direziona dall’interno verso l’esterno, nel secondo caso il suffisso “in”, al contrario, rimanda alla visione di contenuti da inserire e di un contenitore che riceve informazioni.

“Rabbia, paura, tristezza: l’importanza di legittimare le emozioni”.

“Rabbia, paura, tristezza: l’importanza di legittimare le emozioni”.I genitori a volte mostrano incertezza di fronte ad emozioni che si manifestano in maniera forte e dirompente, provocando smarrimento e difficoltà di gestione. Fare finta di nulla? Lasciare che passi? Assolutamente no, la parola chiave per noi è “accogliere”, aiutare il bambino a riconoscere l’emozione e denominarla. Parlare di ciò che prova in termini semplici, per lui comprensibili, utilizzando un tono accogliente che gli rimandi il messaggio che la sua emozione è lecita e che noi la accettiamo. Poche parole semplici e molta vicinanza. Si è pensato di strutturare l’incontro partendo da una breve introduzione sulla funzione delle emozioni e l’importanza di sostenere i bambini attraverso l’ascolto e il riconoscimento di ciò che provano: meglio evitare frasi del tipo “Non essere arrabbiato/triste/spaventato ecc.”, perché gli stati d’animo sono irrazionali e anche relativi alla maturità di chi li prova.

Il disegno del bambino: le tappe evolutive e il ruolo del colore

 

 Un incontro rivolto a genitori, insegnanti ed educatrici per conoscere le tappe evolutive del disegno infantile e il ruolo del colore. L'evento si terrà presso il Nido d'Infanzia Uno Due Tre Stella di Cerreto Guidi (FI), via Francesca sud n.59.Per info e iscrizioni: ines_rosano@hotmail.com oppure telefonare al numero 3921431126.

 

 

 

 

 

 

 

 

IL GIOCO NELLA FASCIA 0-3 ANNI

Un incontro teorico e pratico, rivolto ai genitori per conoscere insieme i giochi più adatti alla prima infanzia. Il gioco è un'attività spontanea intrapresa dall'individuo sin dalla nascita ed è essenziale per un sano sviluppo psicofisico. Esso rappresenta la forma di espressione privilegiata dal bambino; lo strumento attraverso il quale si rapporta a se stesso e al mondo circostante; la possibilità di ricombinare in maniera personale e creativa le informazioni che gli vengono dall'ambiente; il cambiamento verso il possibile; un'attività gratificante.

Le tematiche affrontate durante l'incontro riguarderanno: 

- il gioco e le sue funzioni

- i gioco nella fascia 0-3 anni

- l'importaza della manipolazione e del gioco sensoriale secondo il pensiero di Maria Montessori.

Vi aspettiamo sabato 20 ottobre dalle ore 15,00 alle ore 17,00 presso la sala adiacente al Nido d'Infanzia Uno Due Tre Stella di Cerreto Guidi (FI).